L’ascolto del minore è decisivo in tema di collocamento e diritti di visita

Con l’ordinanza n. 25653/2020 pubblicata il 13 novembre 2020, la Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso di un padre che si doleva principalmente per due motivi:

1) contestava le modalità di ascolto della figlia infra dodicenne da parte dell’Autorità Giudiziaria, modalità che secondo il padre avrebbero avuto conseguenze negative sulle frequentazioni padre/figlia, non garantendo un rapporto equilibrato della minore con entrambi i genitori;

2) contestava la decisione presa dalla Corte d’Appello di Ancona in punto economico.

Niente risarcimento del danno se l’ex coniuge si è depresso per il fallimento del matrimonio ancor prima che per il tradimento

In linea generale il coniuge tradito ha diritto al risarcimento del danno morale anche nel caso in cui non venga pronunciato l’addebito nei confronti del consorte adulterino. Al contrario, non scatta il ristoro quando il partner si è depresso per il fallimento del matrimonio ancora prima di venire a conoscenza della relazione extraconiugale.

Leggi la newsletter completa qui