La sentenza a favore di una moglie riporta alla luce la corsa al tribunale ecclesiastico, dove spesso si è guidati poco da ragioni di “fede” e tanto da quelle del portafoglio.

Dicono che il tempo sia amico, che risolva ogni cosa, che medichi le ferite dell’animo. Questo vale forse nella vita, meno nel diritto, un ambito scandito da una griglia di termini decadenziali e prescrizionali che sono il terrore degli avvocati e la rovina della parti, in taluni casi.

Leggi l’articolo completo su: https://www.panorama.it/news/cronaca/dietro-i-ricorsi-alla-sacra-rota-piu-storie-di-assegni-che-di-religione?fbclid=IwAR2vbN9tfirhlzUpB8SIzWpznfDnTskbUZgbbD9YYI13A_CNChcy0Blroqs