MEGLIO LE FAMIGLIE DELLE COMUNITÀ, LO DICE LA CASSAZIONE