I CONTRATTI DI CONVIVENZA ALL’OMBRA DEL LEGISLATORE